federanziani

SEGUICI SU

Home

Notizie

Senior Italia FederAnziani: sia garantita continuità dell’assistenza alle persone ipoacusiche, in particolare anziani e fragili

Hai bisogno di informazioni sulla salute?
Cerca l'argomento che ti interessa

Senior Italia FederAnziani: sia garantita continuità dell’assistenza alle persone ipoacusiche, in particolare anziani e fragili

Senior Italia FederAnziani: sia garantita continuità dell’assistenza alle persone ipoacusiche, in particolare anziani e fragili

La federazione della terza età accoglie l’appello lanciato dalle organizzazioni Ciao ci sentiamo, APIC Associazione portatori impianto cocleare, Fiadda Piemonte e Istituto dei sordi di Torino

Come Senior Italia FederAnziani accogliamo l’appello lanciato dalle organizzazioni Ciao ci sentiamo, APIC Associazione portatori impianto cocleare, Fiadda Piemonte e Istituto dei sordi di Torino, sull’importanza di attuare un piano di garanzia sanitaria per i pazienti con problematiche uditive, garantendo loro la continuità terapeutica anche se non farmacologica. Ribadiamo la nostra preoccupazione per il rischio di interruzione dell’attività di presa in carico dei pazienti non solo minori, ma anche anziani e fragili, rispetto alle patologie dell’udito.

L’interruzione dell’attività ordinaria di screening, mappatura e controllo di impianti cocleari e apparecchi acustici a causa dell’emergenza può avere un impatto devastante sulla vita delle persone anziane, rafforzando il loro isolamento, specialmente in una fase come questa caratterizzata da una riduzione delle relazioni interpersonali e da uno sfilacciamento delle reti sociali resi necessari dalle misure di contenimento del virus. Sappiamo bene come una riduzione dell’udito produca come conseguenza decadenza cognitiva, aumento del rischio di demenza, e depressione, e riteniamo che in una fase come questa tali conseguenze non possano che presentarsi più gravemente del solito. Chiediamo pertanto che i servizi essenziali ospedalieri e ambulatoriali territoriali siano sempre fruibili soprattutto per quanto riguarda l’ipoacusia, in modo che non si lascino le persone più sole e fragili e intere famiglie in balia di situazioni ingestibili dal punto di vista sanitario.

 


12-11-2020

Lascia un commento direttamente con il tuo account Facebook