federanziani

SEGUICI SU

Home

Notizie

ANSA - Un manifesto per vivere a lungo e meglio, a partire dal cuore.

Hai bisogno di informazioni sulla salute?
Cerca l'argomento che ti interessa

ANSA - Un manifesto per vivere a lungo e meglio, a partire dal cuore.

È stato realizzato livello europeo e presentato oggi a Roma

(ANSA)- ROMA, 23 OTT - Nel 2040, 155 milioni di europei avranno più di 65 anni. Sempre guardando allo stesso orizzonte temporale, un quarto della domanda di prestazioni sanitarie proverrà da over 65. Curare patologie correlate all'età, come quelle cardiache strutturali che solo in Italia si stima colpiranno 2,5 milioni di persone nel 2040 e in Europa 20 milioni, è importante per la sostenibilità dei sistemi sanitari e per preservare l'autonomia degli anziani. Questo il messaggio lanciato con il manifesto europeo "Vivere più a lungo, vivere meglio" presentato al Parlamento europeo per iniziativa dell'eurodeputato Brando Benifei e i cui contenuti sono stati esposti oggi a Roma. I problemi cardiaci correlati all'età come stenosi aortica, rigurgito mitralico e tricuspidale, che richiedono sostituzione e riparazione di valvole cardiache, causano un declino che porta alla perdita dell'autosufficienza e all'emarginazione sociale. Le strategie individuate dal manifesto sono adottare a livello europeo un'azione congiunta, favorire la diagnosi e assicurare finanziamenti per il trattamento tempestivo e la cura di queste patologie.

"La prevenzione di queste patologie - spiega Raffaele Antonelli Incalzi, presidente della Società di Italiana di Gerontologia e Geriatria - parte nell'infanzia. Un richiamo, però, va fatto alla capacità di invecchiare bene, con misure che includono anche l'importanza di allenare la mente. Mano a mano che ci sono meno anni davanti bisogna riempirli di più scopo".

Il presidente di Senior Italia Federanziani Roberto Messina evidenzia l'importanza della prevenzione, sottolineando che "in Italia tutti i progetti hanno portato una quantità enorme di persone positive a questi tipi di esami". Mentre Giovanni Esposito, del consiglio direttivo della Società Italiana di Cardiologia Interventistica, punta l'attenzione sulle disparità "tra regione e regione in termini di costi e centri per trattamenti come la Tavi, l'impianto valvolare aortico transcatetere" concludendo che "le terapie innovative devono essere accessibili a tutti".(ANSA).


23-10-2019

Lascia un commento direttamente con il tuo account Facebook