federanziani

SEGUICI SU

Home

Notizie

Senior Italia Federcentri: siglato accordo nazionale con Senior Italia Cultura Sport

Hai bisogno di informazioni sulla salute?
Cerca l'argomento che ti interessa

Senior Italia Federcentri: siglato accordo nazionale con Senior Italia Cultura Sport

Senior Italia Federcentri: siglato accordo nazionale con Senior Italia Cultura Sport

L’accordo è stato ratificato nel corso dell’Assemblea Nazionale Senior Italia Federcentri a Napoli

Ratificato a Napoli nel corso dell’Assemblea Nazionale il Protocollo d’intesa che istituisce l’ingresso di Senior Italia Federcentri nella Rete Associativa Nazionale di Senior Italia Cultura Sport. “Un caloroso ringraziamento ad Elvia Raia e a Roberto Messina per aver condiviso i contenuti e sostenuto questa grande opportunità di valenza sociale per l’intera collettività Senior che rappresenta una vitale risorsa del nostro paese e non certamente un peso.” Questo il parere espresso da Agostino Mattera, Presidente Nazionale di Senior Italia Cultura Sport, che ha continuato “la nostra mission attraverso un percorso virtuoso di linee progettuali e programmatiche semplici, flessibili e capillari tenderanno a migliore la qualità di vita e ad ottimizzare gli stili comportamentali finalizzati a tutto tondo ad una corretta fruizione della terapia del movimento. Valorizzare ogni singola esigenza, ogni richiesta dei nostri utenti senior traducendole in linee guida per un piano di lavoro partecipato ed inclusivo sarà la grande sfida di questo inizio del terzo millennio alla quale non potranno necessariamente venir meno le esperienze, le competenze e la maturità acquisite in decenni di attività istituzionale da Senior Italia Federcentri e da Senior Italia Federanziani.”

“Una linea comune d’intenti e di sinergie -ha concluso Mattera- che condivideremo con tutti gli altri attori co-protagonisti della nostra Rete Associativa Nazionale con il coinvolgimento dei giovani, in un’ottica di confronto intergenerazionale fonte di arricchimento di stimoli reciproci. Ogni contributo di idee e progetti sarà trasferito in un’ideale cassa di risonanza nella quale il dialogo possa andare oltre -i buoni propositi- dirigendosi più verosimilmente verso la creazione di tutti quei presupposti che identifichino la terza età come una preziosa chance di rinnovamento sociale e culturale in un’epoca nella quale l’invecchiamento attivo ed il benessere della persona più in generale divengono elementi congeniali per attuare politiche sempre più economicamente sostenibili ed orientate a ridurre la spesa sanitaria pubblica.”


04-06-2019

Lascia un commento direttamente con il tuo account Facebook