federanziani

SEGUICI SU

Home

Notizie

ANSA - Nasce a Milano Centro italiano studi pneumologia geriatrica

Hai bisogno di informazioni sulla salute?
Cerca l'argomento che ti interessa

ANSA - Nasce a Milano Centro italiano studi pneumologia geriatrica

(ANSA) - ROMA, 20 GIU - In Italia, le malattie respiratorie, dopo quelle cardiovascolari e neoplastiche, rappresentano la terza causa di morte. Secondo le previsioni degli esperti, anche a causa dell'invecchiamento della popolazione, la prevalenza di queste patologie è destinata ad aumentare. Per sensibilizzare la popolazione anziana su questi temi è nato il Centro ricerche di pneumologia geriatrica Ethesia che promuove lo sviluppo della pneumologia nel paziente anziano, in collaborazione con Senior Italia Federanziani. Presentato oggi a Milano, Ethesia riunisce gli Hcp (health care professionist) interessati alle discipline connesse allo studio delle malattie dell'apparato respiratorio nel paziente anziano con lo scopo di promuovere la ricerca scientifica e clinica di base e raccogliere, verificare e diffondere le informazioni scientifiche sulla pneumologia geriatrica, ma anche di diventare un riferimento nel campo della pneumologia geriatrica per le autorità nazionali, regionali e locali in Italia. "Sappiamo che l'invecchiamento della popolazione sta determinando una trasformazione senza precedenti della demografia globale, con inevitabili ricadute in campo sociale, economico, politico e, soprattutto, sanitario", ha detto Fernando de Benedetto, presidente Ethesia. E ha aggiunto: "Vogliamo diventare l'interfaccia privilegiato, coniugando una corretta informazione scientifica con la formazione di pazienti e care-giver affinché non sottovalutino i campanelli d'allarme o si facciano scoraggiare da difficoltà diagnostiche". "Sappiamo che l'esatta dimensione del fenomeno necessita di essere valutata tramite interventi adeguati di sorveglianza sanitaria", ha sottolineato Stefano Nardini, presidente della Società italiana di pneumologia, "quello di Ethesia sarà quindi un ruolo rilevante per contribuire a fotografare lo scenario epidemiologico e sociale di riferimento, anche in collaborazione con il Ministero della Salute, le Regioni, le aziende sanitarie e gli altri organismi e istituzioni sanitarie pubbliche".(ANSA).


20-06-2018

Lascia un commento direttamente con il tuo account Facebook