federanziani

SEGUICI SU

Home

Notizie

La plastica è il pericolo maggiore per la salute del mare

Hai bisogno di informazioni sulla salute?
Cerca l'argomento che ti interessa

La plastica è il pericolo maggiore per la salute del mare

La plastica è il pericolo maggiore per la salute del mare

I dati dell’Ogs per il progetto Emodnet Chemistry lanciano l’allarme per i bacini semichiusi

Il pericolo maggiore per la salute del mare è la plastica come evidenziato dagli oltre 10 milioni di dati raccolti finora per il progetto Emodnet Chemistry, coordinato dall’Istituto Nazionale di oceanografica e di geofisica sperimentale (Ogs).

L’avvio della terza fase del progetto è stato annunciato nel corso di un meeting a Trieste e si focalizzerà sia sui rifiuti spiaggiati che su quelli in mare. L’attività è partita con un focus sul Mar Nero e sul Mare del Nord, ma ora sono monitorati i bacini di tutta Europa per la prima volta grazie ad un quadro completo dell’eutrofizzazione dei mari europei.

"E' emersa una grande differenza - spiega la ricercatrice Ogs Marina Lipizer - tra i bacini semichiusi come il mar Baltico e il mar Nero, che raccolgono cospicui apporti continentali, sostanze nutrienti e inquinanti, e i mari che hanno invece connessioni con l'Oceano, come il mare del Nord”.

I bacini semichiusi a causa del limitato ricambio con l’Oceano e dell’accumulo di sostanze inquinanti e nutrienti, possono provocare “fenomeni pericolosi come la diminuzione fino alla scomparsa di ossigeno sul fondo, che porta alla moria degli organismi di fondo come molluschi e crostacei” – prosegue la ricercatrice.

Per quanto riguarda il Mediterraneo, che fa parte dei bacini semichiusi, è emersa “la forte carenza di informazione per le acque dei paesi extra-europei" – conclude Lipizer.


19-05-2017

Lascia un commento direttamente con il tuo account Facebook

registri salute